Decay: 27 km di paura

Pubblicato su Oggi Scienza

JEKYLL – Hanno speso oltre due miliardi di euro e lavorato per anni solo per preparare le scenografie, ma il colossal del Natale 2012 è finalmente pronto. Ovviamente stiamo parlando del filmDecay, frutto dell’immaginazione e dell’ironia di alcuni dottorandi inglesi del CERN di Ginevra, che hanno ambientato una storia horror a base di morti-viventi nel tunnel del Large Hadron Collider.

Come è lecito aspettarsi, al centro della vicenda troviamo il famoso bosone di Higgs, solo che in questo caso la sua scoperta e il relativo campo di particelle si rivelano essere molto pericolosi. Un incidente inaspettato, infatti, trasforma i ricercatori e i tecnici esposti alla radiazione in terribili zombie assassini affamati di carne umana. Solo alcuni giovani studenti vengono inizialmente risparmiati, ma per loro inizia il tentativo disperato di salvarsi raggiungendo una delle uscite di sicurezza. Lungo i 27 km dell’anello situato tra la Svizzera e la Francia inizia così una lotta a base di morsi, sangue e violenza, come nella migliore tradizione splatter, ma senza mai eccedere troppo nel trash o nel ridicolo. Il film, nonostante il basso budget a disposizione, mantiene sempre un buon livello di credibilità e lo spettatore non si annoia mai, con continui scontri e colpi di scena. La proiezione è ben scandita dalle musiche originali composte da Tom MacLaughlan. Anche i giovani attori, pur non essendo dei professionisti, sono efficaci nella loro recitazione.

Continua su Oggi Scienza

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *